Come siamo arrivati alla fascia porta bebè

Ciao, siamo Nicole e Hagen di Mariblum e questa è la nostra storia di come siamo arrivati alla fascia porta bebè.

 

Come tutto è cominciato …

Quando si è annunciato il nostro primo bambino ovviamente volevamo essere ben preparati per la vita a tre. Ci informavamo su tutto quello che ci sarebbe aspettato e ci attrezzavamo di conseguenza. Quando è arrivato il grande momento eravamo felicissimi di tenere finalmente il nostro bambino in braccio. Alla fine, pensavamo, avremmo potuto mettere in atto quello che ci eravamo aspettati durante l’attesa: Volevamo goderci il congedo parentale insieme. Lunghe passeggiate con la carrozzina vicino a campi, prati e laghi. Per il sonnellino a pranzo il nostro bebè avrebbe dormito nella culla artigianale, dove già il papà e lo zio avevano dormito da piccoli. Tuttavia la realtà ci ha presto fatto tornare con i piedi per terra…

 

Il nostro bebè non è da carrozzina…

Il nostro bambino (per fortuna) aveva un’opinione diversa da noi su come voleva passeggiare e fare il suo pisolino. Non voleva assolutamente essere messo giù, né nella bella vecchia culla, né nella carrozzina ultra moderna e funzionale. Voleva solo quello che i bambini hanno sempre voluto. Stare vicino a noi ed essere coccolato

 

Cosa fare?…

Nicole aveva pensato già durante la sua gravidanza di mettere il bambino in un marsupio per motivi pratici. Senza dover mettere la carrozzina multifunzionale ingombrante nella sua piccola macchina. Così comprò, tramite un annuncio su internet, un marsupio per bebè e si fece spiegare l’utilizzo dalla venditrice. Scontenta del modo di uso e con il timore di aver fatto qualche errore si decise di frequentare una consulente del portare. Questa le insegnò come aggiustare un marsupio in modo giusto per il bambino e come allacciare in modo corretto le fasce porta bebè.

 

Quello che seguì …

Nicole diventò tutt’una con il bebè. La carrozzina non serviva più, la culla scomparì in soffitta. Il nostro bambino veniva esclusivamente portato. Durante lunghe passeggiate maturò l’idea di diventare attiva come consulente del portare. Questo venne messo in pratica e Nicole diventò consulente del portare certificata. Piano piano le fasce porta bebè divennero la sua passione. Sui gruppi social scambiava, comprava, vendeva, dava in prestito e spediva un numero di fasce porta bebè per Hagen inaspettato.

 

… fu mariblum

A metà del 2018 nacque l’idea di fare un passo ulteriore nel mondo del portare i bebè – con la nostra fascia porta bebè. L’idea era di inventare un prodotto più naturale ed eco sostenibile possibile. La scelta dei tessuti ricadde sulla vecchia e versatile pianta di canapa. Questa ha una grande varietà di proprietà utili, anche a parte la sua demonizzazione. Come colori per le nostre stoffe scegliemmo quelli messi a nostra disposizione dalla natura. Non sono così accesi e intensi come si è abituati oggi negli.